LE VIE DEL GIUBILEO

LE IMMAGINI MIRACOLOSE. LA MISERICORDIA SI FA ARTE

Ti trovi nell'itinerario: LE IMMAGINI MIRACOLOSE. LA MISERICORDIA SI FA ARTE

Tappe del percorso

Dal martedì alla domenica troverai aperti tutti i luoghi che ti suggeriamo in questo percorso. Se andrai di lunedì, non potrai vedere l’icona della Salus Populi Romani dei Gesuiti nella Chiesa di Sant’Andrea al Quirinale.

Le icone sono particolari effigi religiose dipinte su tavola che hanno origine nel V secolo nell’Oriente bizantino. L’etimologia del termine, dal greco classico eikon, che vuol dire “ciò che appare”, aiuta a comprendere la natura di queste rappresentazioni sacre, in cui l’immagine doveva comparire quasi miracolosamente davanti agli occhi del fedele in preghiera. Fissità compositiva e rigida canonicità iconografica erano dunque elementi indispensabili.
La loro suggestione e potenza evocativa fu tale da generare, nella prima metà del secolo VIII, l’iconoclastia, un movimento politico-religioso di violenta reazione al culto delle icone, ritenuto una grave forma di idolatria. L’ostilità, nata nei territori dell’Impero Bizantino, divampò in una vera e propria guerra, che comportò la distruzione di un’ingente quantità di rappresentazioni sacre e grandi capolavori artistici.
Archiviata, nell’843, la lunga parentesi iconoclastica, le immagini tornarono, anche a Roma, un punto di riferimento per la vita religiosa delle comunità di fedeli. La tradizione tramanda innumerevoli episodi prodigiosi che le vedono protagoniste come dispensatrici di grazie e perdoni e fonte di poteri salvifici e guaritori.
Nel Cinquecento, si sviluppò nell’Europa protestante una nuova avversione per i dipinti o le statue che ritraevano Gesù, la Madonna o i Santi, insieme alle reliquie e le pale: il loro culto, ritenuto una manifestazione superstiziosa, divenne il simbolo della corruzione e dell’idolatria della Chiesa Cattolica.
Così, mentre le chiese della Riforma andavano spogliandosi di immagini e ornamenti, a Roma e nel mondo cattolico, le icone mantenevano inalterata la loro importanza. Tramandate nei secoli o realizzate su imitazione dei prototipi più antichi, perpetuando la loro sacra immobilità compositiva, continuarono a conquistare i fedeli, acquisendo lo status di immagini miracolose.

SCARICA IL PERCORSO CON I MEZZI PUBBLICI
mob2

Cerca le tappe vicino a te

Posizione GPS e raggio di ricerca sono obbligatori