LE VIE DEL GIUBILEO

Da Porta San Lorenzo a Porta Maggiore

Ti trovi nell'itinerario: LE MURA DI ROMA. PROSPETTIVE SULLA CITTÀ ETERNA

Mura P.le Tiburtino dall'alto foto Persiani

Passata Porta San Lorenzo, le Mura si snodano come lungo serpente di mattoni, ma le due facce hanno storie diverse. L’interno della città fronteggia la struttura dell’acquedotto Felice, voluto da Sisto V nel 1585; solido, nonostante l’aspetto raccogliticcio dei materiali che lo compongono, ha condotto acqua in città fino agli anni ’70. L’esterno allinea una successione di torri quadrate disposte col passo regolare degli intervalli di 100 piedi romani. Peccato per la troncatura netta delle Mura a piazzale Tiburtino, voluta dall’espansionismo cittadino fin de siècle, che interrompe la percezione della barriera antica digradante fino a Porta Maggiore. La passeggiata rivela a filo delle Mura un’inattesa facciata in tutto simile ad una casa, con porte e balconi rasati e murati. Creduta da molti un’insula romana, è in realtà un grande edificio per la conserva e la distribuzione dell’Acqua Marcia, il cui acquedotto corre lì accanto. Poco oltre, è rimasto a mezz’aria uno splendido portale murato, probabile segno del privilegio della potente gens Licinia, che poteva attraversare le Mura per spostarsi tra i propri possedimenti tranciati a metà.

Immagini su concessione di Roma Capitale-Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali
Vietata ogni ulteriore riproduzione

Porta Tiburtina panorama foto Persiani
Piazza di Porta San Lorenzo
Sempre visibile.

La Porta, attraverso cui la via Tiburtina usciva dalla città, venne realizzata da Aureliano inglobando, come parte interna, l’arco monumentale costruito in età augustea (5 a.C.) per consentire il passaggio sopra la via di tre acquedotti (Aquae Marcia, Iulia e Tepula). L’arco augusteo, ben visibile nella parte rivolta verso la città, è perfettamente conservato, con paramento in travertino inquadrato da pilastri tuscanici e con bucrani (teste di toro) come decorazione delle chiavi di volta. Per questo ornamento nel Medioevo alla porta fu attribuito il nome di Porta Taurina. Essa è nota anche con il nome di Porta San Lorenzo per la presenza della vicina Basilica di San Lorenzo. Il prospetto della Porta fu costruito sotto gli imperatori Arcadio e Onorio (401-402). All’epoca di Papa Sisto V (1586-1590), interventi sulle Mura in questo tratto riguardarono il passaggio dell’acquedotto Felice il cui speco è oggi visibile, in sezione, a seguito del taglio moderno delle Mura realizzato per il passaggio della Tiburtna nuova. I lavori ottocenteschi identificarono anche i resti di un sepolcro di età repubblicana, la cui presenza aveva condizionato l’andamento obliquo della porta. Verso l’esterno, la porta era difesa da due torri semicircolari, sostituite nel 1586 da torri quadrangolari volute dal Cardinale Alessandro Farnese, del quale si conserva lo stemma Murato sulla torre sud.

DGT023497
Piazzale Labicano
Sempre visibile.

La porta sorge nella propaggine sud-orientale dell’Esquilino, in un’area attraversata, fin da epoca remota, dalle vie Labicana e Prenestina e da numerosi acquedotti. Tra il 38 e il 52 d.C. ne furono infatti eretti due, dagli imperatori Caligola e Claudio: aqua Claudia e Anio Novus. Fu costruito, quindi, un grande arco a doppio fornice, in opera quadrata di travertino: nella parte superiore sono gli spechi degli acquedotti con le iscrizioni che ricordano la costruzione da parte di Claudio e i successivi restauri di Vespasiano e Tito (71 e 81 d.C.). Con la costruzione delle Mura Aureliane, le arcate degli acquedotti furono inglobate nella nuova cinta muraria e i due fornici assunsero la funzione di porta urbica. Venne abbattuta all’epoca di Papa Gregorio XVI nel 1838.
Al di fuori delle Mura si possono ammirare i resti del sepolcro di epoca tardo repubblicana del fornaio Eurisace, che riproduce parti di un antico forno ed è decorato con scene di lavorazione e vendita del pane.

Come raggiungere la tappa: Da Porta San Lorenzo a Porta Maggiore

Viale di Porta Tiburtina, 10-12, 00185 Roma, Italia

Come arrivare

Geolocalizza la tua posizione o inserisci il tuo indirizzo di partenza

localizzazione
Unità di distanza
Avoid

Cerca le tappe vicino a te

Posizione GPS e raggio di ricerca sono obbligatori