LE VIE DEL GIUBILEO

Da Porta San Sebastiano a Porta San Paolo

Ti trovi nell'itinerario: LE MURA DI ROMA. PROSPETTIVE SULLA CITTÀ ETERNA

9_Porta San Sebastiano - Porta San Paolo

Dal Museo delle Mura si può accedere al primo tratto del cammino di ronda, comprendente sei torri. Tutto il tratto di Mura, però, può essere percorso all’esterno lungo via di Porta Ardeatina. Appena usciti da Porta San Sebastiano si può notare un arco tamponato che potrebbe riferirsi ad una seconda apertura realizzata per facilitare il transito dei pellegrini durante gli anni giubilari e, prima dei fornici aperti per il passaggio di via Cristoforo Colombo, la c.d. posterula Ardeatina in prossimità della quale si conserva un tratto di basolato. Poco oltre inizia la massiccia mole del cinquecentesco Bastione Ardeatino, attribuito ad Antonio da Sangallo il Giovane. Lungo la passeggiata, che comprende ben 40 torri, si possono anche osservare alcuni stemmi papali, posti a testimoniare i diversi lavori di restauro.

Immagini su concessione di Roma Capitale-Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali
Vietata ogni ulteriore riproduzione

DGT007084
Via di Porta San Sebastiano, 18
Sempre visibile.

Sull’asse della via Appia, la regina viarum, si apre l’omonima Porta delle Mura Aureliane. In origine la Porta Appia era costituita da due archi gemelli affiancati da due torri semicircolari in laterizio. La sua prima importante trasformazione è dovuta all’imperatore Onorio, all’inizio del V secolo, e numerosi interventi ne hanno modificato l’aspetto attraverso i secoli successivi. Nel corso del Medioevo, prese il nome di San Sebastiano, in ricordo del martire sepolto nella catacomba esistente lungo la via Appia. All’interno della Porta è ospitato il Museo delle Mura, nel quale plastici ricostruttivi e pannelli didattici illustrano la storia della cinta difensiva della città. Dalla terrazza, che sovrasta una delle due torri, si può godere di una magnifica vista. È, inoltre, possibile accedere al cammino di ronda coperto, un suggestivo percorso scandito da una torre ogni 30 metri.

8b_museo mura
Via di Porta San Sebastiano, 18
www.museodellemuraroma.it
Aperto martedì-domenica 9:00-14:00. 24 e 31 dicembre 9:00-14:00. Chiuso 25 dicembre, 1 gennaio, 1 maggio. A pagamento.

Il Museo delle Mura ha sede nella porta San Sebastiano, è suddiviso in tre sezioni – antica, medievale e moderna – e si compone di pannelli didattici con testi a cui fanno da supporto disegni a colori e fotografie. Si ripercorre la storia delle fortificazioni nel loro rapporto con la città, analizzandone i precedenti, le premesse storico-politiche, le scelte strategiche, la tecnica costruttiva, e infine i restauri e le successive trasformazioni. E’ possibile accedere alla terrazza del corpo centrale fra le due torri e a quella sulla torre occidentale.

DGT023493
Piazzale Ostiense
Sempre visibile.

L’antica porta Ostiensis, così denominata dall’omonima via che conduceva ad Ostia, ha assunto l’attuale nome di porta San Paolo per la vicinanza con la basilica dedicata all’Apostolo.
Originariamente a due fornici con ai lati torri semicircolari, fu trasformata sotto Massenzio (306-312) con l’aggiunta di una controporta interna a due fornici mentre le torri venivano rinforzate e sopraelevate. Al tempo di Onorio (401-403) la porta esterna fu ridotta ad un unico arco e le torri rialzate di un piano. Come narra Procopio, nel 550 i Goti di Totila riuscirono a conquistare la città corrompendo gli Isauri a guardia della porta.
Il 10 settembre 1943 fu teatro dell’estremo, vano tentativo di resistenza all’occupazione tedesca di Roma, durante la quale persero la vita 570 persone, ricordate da iscrizioni commemorative. Nei bombardamenti del 1944 fu demolito il tratto di Mura che univa la porta alla Piramide, dove oggi è la via dedicata a Raffaele Persichetti, caduto nei combattimenti.
Oggi la porta ospita il Museo della via Ostiense.

DGT023492
Via Raffaele Persichetti
www.archeoroma.beniculturali.it
Tutti i giorni escluso il lunedì 9:00-13:30. Chiuso il 25 dicembre, il 1° gennaio, il 1° maggio e i rimanenti festivi. Ingresso libero.

Il Museo fu realizzato nel 1954 all’interno di Porta San Paolo per illustrare la topografia del territorio compreso tra Roma ed Ostia che in età romana era scandito dall’importante asse stradale della via Ostiense. In esso si conservano materiali provenienti dalla zona, tra cui calchi di iscrizioni e cippi funerari. Al primo livello dei due torrioni sono esposti due importanti plastici, che rappresentano l’antica città di Ostia e il complesso dei porti imperiali di Claudio e Traiano. Nella torre orientale vi sono resti di affreschi databili tra la fine del XIII e gli inizi del XIV secolo che decoravano una cappella in cui si riuniva una comunità bizantina.

Come raggiungere la tappa: Da Porta San Sebastiano a Porta San Paolo

Aurelian Walls, Rome, Italy

Come arrivare

Geolocalizza la tua posizione o inserisci il tuo indirizzo di partenza

localizzazione
Unità di distanza
Avoid

Cerca le tappe vicino a te

Posizione GPS e raggio di ricerca sono obbligatori