LE VIE DEL GIUBILEO

Chiesa Ortodossa di San Teodoro in Palatino

Ti trovi nell'itinerario: MILLE RELIGIONI A ROMA. DAL MONDO ANTICO A OGGI

San Teodoro in Palatino_1
Via di San Teodoro, 7
www.ortodossia.it
Tutti i giorni escluso il sabato. 9.30-12.30. Ingresso libero.

La Chiesa Ortodossa è erede della Cristianità dell’Impero Bizantino, la cui capitale, Costantinopoli, divenne il patriarcato più importante d’Oriente, dopo la caduta di Antiochia (in Siria) e Alessandria (in Egitto) sotto la dominazione Araba. Nel 1054 ebbe luogo il grande scisma: Papa Leone IX e il Patriarca di Costantinopoli Michele Cerulario si scomunicarono a vicenda. Nasceva così la Chiesa Ortodossa, che non riconosce l’autorità del Pontefice quale unico vicario e autorità infallibile, ma che riconosce invece al Patriarca di Costantinopoli un ruolo di primo tra pari.

Nel VI secolo, a Roma, in questo luogo alle pendici del Palatino, probabilmente riutilizzando le strutture di un antico tempio circolare, fu realizzata una piccola chiesa dedicata a San Teodoro di Amasea, soldato dell’esercito romano, martire in Oriente all’epoca delle persecuzioni dell’imperatore Diocleziano. L’edificio conserva nell’abside un mosaico, contemporaneo al primo impianto: vi è raffigurato Cristo su un globo, affiancato da Pietro e Paolo e dai due martiri Teodoro – aggiunto nel restauro effettuato da Papa Niccolò V per il Giubileo del 1450 – e, forse, Cleonico.
Nel 2004 Papa Giovanni Paolo II concesse l’utilizzo della chiesa al Patriarca di Costantinopoli e alla comunità greco-ortodossa di Roma.

Come raggiungere la tappa: Chiesa Ortodossa di San Teodoro in Palatino

Via di S. Teodoro, 7, 00186 Roma, Italia

Come arrivare

Geolocalizza la tua posizione o inserisci il tuo indirizzo di partenza

localizzazione
Unità di distanza
Avoid

Cerca le tappe vicino a te

Posizione GPS e raggio di ricerca sono obbligatori