LE VIE DEL GIUBILEO

Basilica di San Pietro

Ti trovi nell'itinerario: LA SFIDA ETERNA. BERNINI CONTRO BORROMINI

INTERNO BASILICA 2
Piazza San Pietro
www.vatican.va
Invernale (ottobre-marzo) 7:00-18:00. Estivo (aprile-settembre) 7:00-19:00. Ingresso libero.

Foto ©Fabbrica di San Pietro in Vaticano

baldacchino_2

Nel lungo e secolare cantiere della Basilica di San Pietro, Bernini intervenne più volte a caratterizzare lo spazio interno della chiesa. La prima opera fu il Baldacchino (1624-1633) commissionato da papa Urbano VIII Barberini e realizzato grazie a un’equipe di celebri artisti tra cui anche il giovane Borromini. L’opera, che segnava la posizione della tomba di Pietro, trasforma il classico ciborio medievale in un baldacchino processionale, portato in chiesa dagli angeli e caratterizzato da quattro colonne tortili ispirate a quelle del tempio di Salomone e che ospitano le api, stemma della famiglia del papa.

Foto ©Fabbrica di San Pietro in Vaticano

san-longino_2

Contemporaneamente al Baldacchino, Bernini progettò anche la sistemazione dei quattro grandi pilastri che sostengono la cupola michelangiolesca, nei quali ricavò altrettante nicchie che accolsero le reliquie più importanti della cristianità: i frammenti della Vera Croce dell’imperatrice Elena, madre di Costantino, il sudario della Veronica su cui è impresso il Volto di Cristo, il capo di Andrea Apostolo e la lancia del centurione romano Longino che, dopo aver ferito mortalmente Gesù sulla croce, si convertì improvvisamente. La statua di Longino fu curata personalmente da Bernini che rese teatralmente con il panneggio l’agitazione interiore del soldato.

Foto ©Fabbrica di San Pietro in Vaticano

URBANO VIII

Nel 1628, Papa Urbano VIII commissionò a Bernini il proprio monumento funebre da collocare nella basilica di San Pietro. L’opera, conclusa nel 1647, è un’imponente composizione su più livelli in cui si mescolano marmo, bronzo e legno. La statua del pontefice benedicente caratterizza la parte alta, mentre in basso la Carità e la Giustizia affiancano il sepolcro da cui, con effetto teatrale, scaturisce il genio della morte che scrive l’epitaffio del Papa.

Foto ©Fabbrica di San Pietro in Vaticano

ALESSANDRO VII_2

Tra il 1672 e il 1678 Bernini realizzò in San Pietro anche il Monumento ad Alessandro VII (1672-1678). La statua del Papa, questa volta inginocchiato in preghiera, è posta su un basamento circondato da quattro virtù e dallo straordinario drappo in marmo rosso, sollevato a mostrare il genio della morte che impugna la clessidra, simbolo della fugacità della vita.

Foto ©Fabbrica di San Pietro in Vaticano

cattedra_2

Su commissione di Papa Alessandro VII, Bernini ideò una nuova collocazione per la reliquia della cattedra lignea che si voleva usata da San Pietro. L’artista la rinchiuse in una straordinaria macchina scenica nell’abside della basilica, sorretta da quattro statue colossali dei Dottori della Chiesa e sormontata da una gloria di angeli e da una raggiera dorata che racchiude al suo interno una finestra in alabastro. Quest’ultima, ricorda l’ispirazione divina dei pontefici attraverso l’immagine della colomba dello Spirito Santo, ma allo stesso tempo permette alla luce pomeridiana di diffondersi in spettacolari effetti luminosi che valorizzano l’intero complesso.

Foto ©Fabbrica di San Pietro in Vaticano

Come raggiungere la tappa: Basilica di San Pietro

Via del Governatorato, 00120 Città del Vaticano, Vatican City

Come arrivare

Geolocalizza la tua posizione o inserisci il tuo indirizzo di partenza

localizzazione
Unità di distanza
Avoid

Cerca le tappe vicino a te

Posizione GPS e raggio di ricerca sono obbligatori