LE VIE DEL GIUBILEO

Basilica di San Bartolomeo all’Isola

Ti trovi nell'itinerario: LE CHIESE DENTRO I TEMPLI. IL NUOVO VOLTO DEL SACRO

Chiesa di San Bartolomeo all'Isola - Roma
Piazza di S. Bartolomeo all’Isola, 22
www.sanbartolomeo.org
www.libertaciviliimmigrazione.interno.it
Tutti i giorni. Lunedì-sabato 9:00-13:00 e 15:30-17:30. Domenica 9:00-13:00. Ingresso libero.

Nel 293 a.C. Roma venne colpita da una grave pestilenza: un’ambasceria venne perciò inviata in Grecia, ad Epidauro, sede del culto di Asclepio (in latino Esculapio), dio della medicina. La nave tornò con un serpente sacro simbolo del dio che nuotò fino all’Isola Tiberina, segnalando così il luogo in cui la divinità voleva il suo tempio. La basilica di San Bartolomeo, l’apostolo che fu scorticato vivo e crocifisso a testa in giù, sorge proprio qui: costruita dall’imperatore tedesco Ottone III nel 998 per accogliere i suoi resti e quelli di Sant’Adalberto di Praga, fu rinnovata nel Seicento e nell’Ottocento. Sulla sinistra della facciata barocca, spicca la torre campanaria del XII secolo. Le quattordici colonne dell’interno provengono forse dal tempio di Esculapio. Sui gradini che salgono sul transetto, si trova un puteale marmoreo dell’XI secolo sul luogo di una sorgente di acqua dolce cui venivano attribuite fin dall’antichità virtù curative e taumaturgiche.
Per volontà di Giovanni Paolo II, dal 2002, sull’altare maggiore campeggia una grande icona dedicata ai martiri del Novecento.

Foto Archivio Fotografico F.E.C.

Come raggiungere la tappa: Basilica di San Bartolomeo all’Isola

Piazza S. Bartolomeo All'Isola, 00186 Roma, Italia

Come arrivare

Geolocalizza la tua posizione o inserisci il tuo indirizzo di partenza

localizzazione
Unità di distanza
Avoid

Cerca le tappe vicino a te

Posizione GPS e raggio di ricerca sono obbligatori