LE VIE DEL GIUBILEO

Circo Massimo

Ti trovi nell'itinerario: L’EGITTO L’IMPERO I PAPI. LA CITTÀ DEGLI OBELISCHI

circo massimo_2

Via del Circo Massimo
www.sovraintendenzaroma.it
Sempre aperto. Ingresso libero.

Il Circo Massimo è collegato dalla leggenda alle origini di Roma: qui infatti, in occasione dei giochi in onore del dio Conso, sarebbe avvenuto il ratto delle Sabine.
Solo con Giulio Cesare fu realizzato un vero e proprio edificio in muratura con gradinate per gli spettatori, la cui pianta fu conservata nelle costruzioni successive. Nell’arena si svolgevano le corse dei carri che compivano sette giri intorno alla balaustra centrale (spina), delimitata su ciascuna delle due estremità da una colonna, detta meta. La spina era riccamente decorata da statue e tempietti e vi si trovavano sette uova e sette delfini da cui sgorgava l’acqua, utilizzati per contare i giri della corsa. I dodici carceres, struttura di partenza che si trovava sul lato corto rettilineo verso il Tevere, erano dotati di un meccanismo che ne permetteva l’apertura simultanea.
L’imperatore Augusto aggiunse sulla spina, per decorarla, un antico obelisco, trasportato appositamente dall’Egitto. Molti secoli più tardi, nel 357, l’imperatore Costanzo II vi fece innalzare un secondo monolite egizio. Rinvenuti in pezzi nel 1587, i due obelischi furono restaurati e collocati rispettivamente in piazza del Popolo e piazza San Giovanni, per volere di Papa Sisto V.

Foto su concessione di Roma Capitale-Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali
Vietata ogni ulteriore riproduzione

Come raggiungere la tappa: Circo Massimo

Via del Circo Massimo, Roma, Italy

Come arrivare

Geolocalizza la tua posizione o inserisci il tuo indirizzo di partenza

localizzazione
Unità di distanza
Avoid

Cerca le tappe vicino a te

Posizione GPS e raggio di ricerca sono obbligatori