LE VIE DEL GIUBILEO

Istruzioni per l’uso

inv 4213 dia pmr 196687 Pierfrancesco Mola S Giuseppe

I nostri percorsi sono dei modi speciali di leggere la città, delle suggestioni utili per orientarti, secondo i tuoi interessi e le tue inclinazioni, nella straordinaria quantità di tesori che Roma custodisce.
Abbiamo selezionato venti diversi temi che raccontano storie di papi e imperatori, di santi e di artisti o di persone comuni. Puoi seguire l’argomento che più ti piace, visitando i luoghi che abbiamo scelto per potertelo raccontare.

In senso stretto no. Per percorso pedonale si intende un itinerario pensato propriamente per i visitatori a piedi, messo in sicurezza e dotato di specifica segnaletica. I nostri sono invece percorsi culturali: non siamo partiti dalla strada, cercando di proporti vie comode per passeggiare, ma dai grandi temi che hanno lasciato, nei secoli, importanti segni, sparsi nella città. Ti indichiamo dove sono quei segni, posizionandoli su mappa e tracciandoli nel percorso per offrirti una narrazione suggestiva. Le mappe ti aiuteranno a visualizzare le distanza e capire se tra una tappa e l’altra è opportuno muoversi a piedi o è preferibile servirsi di un mezzo.

I percorsi sono destinati a tutti. Ci sono temi più religiosi o devozionali, altri di interesse più squisitamente artistico, altri ancora giocosi e adatti ai bambini. La varietà degli argomenti è pensata per soddisfare i pellegrini che raggiungono Roma per il Giubileo, i turisti classici o i Romani che vogliono vedere con occhi diversi la propria città. Ci sono percorsi che prevedono il pagamento di uno o più biglietti, altri sono invece completamente gratuiti. Il linguaggio è semplice e divulgativo ma scientificamente rigoroso, adatto a qualunque tipo di pubblico.

Molti dei luoghi consigliati nei nostri percorsi sono accessibili anche alle persone con disabilità motoria; tuttavia, in alcuni casi, il carattere storico degli edifici o l’antichità delle aree non ha consentito la rimozione completa delle barriere architettoniche. Ti consigliamo quindi di controllare nel sito internet del singolo museo o luogo della cultura la sua effettiva accessibilità.
Per quanto riguarda l’uso dei mezzi pubblici per gli spostamenti tra una tappa e l’altra, il sito di ATAC ROMA indica le banchine di fermata e le linee che garantiscono accessi a chi ha disabilità motoria: www.atac.roma.it

Le tappe sono luoghi di interesse culturale: monumenti archeologici, musei, singole opere d’arte, come quadri o sculture, chiese e basiliche, ponti, fontane, acquedotti, persino incroci stradali apparentemente senza significato. Si tratta sempre di luoghi che possiedono di per sé un valore culturale o che sono stati sede di eventi o avvenimenti rilevanti per storia che ti stiamo raccontando.

Nelle mappe interattive troverai tutti i dati utili per pianificare i tuoi spostamenti. Noi siamo per il turismo sostenibile, perciò ti consigliamo di spostarti a piedi oppure utilizzando i mezzi pubblici. Per entrambe le modalità, le funzioni delle mappe, all’interno delle singole tappe, ti aiuteranno a reperire le informazioni necessarie. Il portale è direttamente collegato con le banche dati relative al trasporto pubblico urbano ed extraurbano. Puoi in ogni caso consultare il sito: www.atac.roma.it

No. I percorsi non sono come romanzi a capitoli in cui ogni tappa è necessaria per la comprensione della successiva. Ti offriamo in ogni percorso una piccola introduzione che ti racconta, nel complesso, il tema affrontato, legando tra loro le singole tappe, che potrai visitare nella sequenza e nella quantità che preferisci.

Devi sapere che i musei e i monumenti sono di proprietà di istituzioni diverse: il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, il Comune di Roma, il Ministero dell’Interno, il Vaticano, il Vicariato di Roma, le singole Confraternite religiose, soggetti privati e altri ancora. I giorni di chiusura e gli orari dei giorni di apertura non possono quindi coincidere del tutto. Per questo abbiamo inserito in ciascun percorso un box informazioni in cui ti suggeriamo i giorni della settimana migliori per poter trovare tutti i luoghi contemporaneamente aperti. In ogni caso, ti consigliamo di consultare la scheda dedicata alle singole tappe, per visualizzare l’orario nel dettaglio e fare le tue considerazioni.

Prima della pubblicazione di questo portale, abbiamo verificato con attenzione gli orari e gli indirizzi di tutti i luoghi che abbiamo selezionato. Abbiamo inoltre chiesto a tutte le istituzioni coinvolte di segnalarci tempestivamente qualsiasi modifica, temporanea o permanente, affinché il portale sia sempre aggiornato.
Nonostante questo, può succedere che si verifichino cambiamenti improvvisi o imprevedibili, pertanto ti suggeriamo di controllare sempre, consultando gli indirizzi web riportati nelle singole schede, che le informazioni siano corrette.

Dipende. Le tappe dei percorsi non sono state scelte in funzione della comodità di spostamento, né in funzione dei tempi di percorrenza. Sono state scelte in funzione dei temi: alcuni di essi si sviluppano in pochi luoghi significativi, altri invece si manifestano in molti punti della città. Alcune tappe sono visitabili velocemente, altre, come ad esempio i grandi musei, richiedono più tempo. Per questo, studiando la mappa, verificando gli spostamenti e leggendo le singole schede, puoi decidere di dividere il percorso in più giorni, o di seguire solo la parte che ti è più comoda o vicina, o, ancora, selezionare le tappe che ti attraggono di più e visitare soltanto quelle.

Perché le tappe sono state scelte in funzione del tema e della sua narrazione, non in funzione della comodità di spostamento. Se vogliamo, ad esempio, scoprire la storia di Costantino, il primo imperatore cristiano, andremo a cercare i luoghi che ne sono stati teatro. Quei luoghi potranno trovarsi in punti molto diversi della città e non necessariamente comodi o vicini tra loro.

Il portale è pensato per chi visiterà Roma durante il Giubileo: per questo i percorsi sono tutti focalizzati sulla città, cercando però di non restare confinati nella zona centrale, che tutti visitano, ma coinvolgendo anche aree periferiche e meno battute. Uno solo dei percorsi si snoda quasi del tutto fuori città: si tratta dell’itinerario che segue le orme di San Paolo che, sbarcato a Pozzuoli, ha raggiunto Roma percorrendo la via Appia.

Ogni percorso è formato da una serie di tappe, che rappresentano i luoghi che riteniamo più importanti per il tema e la storia che hai scelto. Nella sezione dedicata al percorso vedrai sulla sinistra la mappa con la resa grafica dell’itinerario e a destra l’elenco verticale delle tappe. I luoghi che abbiamo inserito non sono solo i più rilevanti per l’argomento, ma anche quelli più facilmente visitabili, perché dotati di orari di apertura agevoli e buona accessibilità topografica.
I luoghi altrettanto importanti, ma molto difficili da visitare, magari perché aperti solo su richiesta, su prenotazione oppure lontani rispetto alla distribuzione spaziale delle altre tappe, sono stati eliminati dall’itinerario principale e inseriti in una specifica sezione di extra: chicche fuori percorso solo per veri appassionati o per chi vuole approfondire il tema.
Naturalmente abbiamo anche fatto qualche eccezione: certi luoghi, come ad esempio la Galleria Borghese, sono visitabili solo su prenotazione, ma sono talmente importanti per la comprensione del tema, che figurano comunque nel percorso principale.

Certo. Alcuni luoghi sono presenti in più percorsi. Se capiterai in uno di questi luoghi, in fondo alla sua scheda troverai dei link per passare immediatamente, se lo vorrai, ad un altro itinerario che contiene quella stessa tappa.

Dipende. Per visitare i musei e alcuni monumenti, ad esempio, ti verrà richiesto il pagamento di un biglietto, a meno che tu non ricada in alcune particolari categorie professionali o d’età. L’ingresso nelle Chiese invece è sempre gratuito, anche se potresti dover pagare un biglietto per la visita di particolari luoghi, come ad esempio i sotterranei, le cupole o i musei interni. Nelle schede relative alle tappe del percorso ti segnaleremo sempre se il luogo è a pagamento o gratuito o, ancora, se, indipendentemente da questo, sia sufficiente, ai fini del percorso che stai seguendo, vedere il monumento dall’esterno.

Certamente. Puoi esaminare i percorsi e scegliere quello che più ti interessa, affidandoti alle tue conoscenze, alle immagini della photogallery o alle nostre introduzioni storiche. Puoi visualizzare le tappe sulla mappa interattiva e calcolare i tempi di percorrenza scegliendo il mezzo di trasporto che ti sembra più adatto. In base a questo, puoi stabilire se seguire il percorso intero, magari suddividendolo in più giornate o selezionarne una parte o affrontare più percorsi.
Puoi anche visualizzare, nella sezione eventi, le iniziative che avranno luogo a Roma durante la tua permanenza e che siano attinenti alle tematiche giubilari.
Considera in ogni caso che nel nostro sito non troverai indicazioni relative a hotel o ristoranti.

Se stai già visitando la città puoi utilizzare la funzione di auto-posizionamento che ti indica tutte le tappe dei percorsi che si trovano nei paraggi, a una distanza massima scelta da te. Naturalmente saprai subito, per ciascun luogo selezionato, a quale itinerario appartiene.

Abbiamo preferito rendere il nostro portale mobile responsive, in modo da poterti dare un unico strumento. Il formato delle pagine si adatta a qualsiasi tipo di dispositivo mobile, garantendoti sempre ottima leggibilità.

Non c’è problema. Nella pagina introduttiva di ciascuno dei percorsi potrai scaricare in PDF la mappa dell’itinerario e, soprattutto, una scheda che ti indica quali mezzi pubblici ti permettono di spostarti da una tappa all’altra e i casi in cui muoverti a piedi. Puoi dunque effettuare il download a casa, in hotel o dovunque tu abbia una connessione e salvare i documenti sul tuo telefono o sul tablet, oppure stamparli e portarli con te in formato cartaceo. Ti ricordiamo che la carta va risparmiata il più possibile: stampa i percorsi soltanto se strettamente necessario.

I percorsi sono stati ideati da una squadra di archeologi e storici dell’arte del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, supportati dai tecnici, di analoga formazione, messi a disposizione dagli istituti partner. L’elevata specializzazione di queste figure professionali è una solida garanzia di qualità per i contenuti del portale.