LE VIE DEL GIUBILEO

LA VOCE DI PAPA LEONE XIII

Domenica del Corriere

Nel 1903 Gianni Bettini, ex ufficiale di cavalleria e geniale inventore nel campo della fonoriproduzione, riuscì a portare a termine un’impresa storica che ebbe vasta risonanza e si meritò una copertina di Beltrame sulla Domenica del Corriere (29 marzo 1903): far incidere al Papa Leone XIII la propria voce (l’Ave Maria declamata in latino e la benedizione apostolica). Era il 5 febbraio 1903: il papa sarebbe morto, novantatreenne, pochi mesi dopo.
È opportuno ricordare che la stessa operazione fu tentata, senza successo, dall’inviato della Gramophone (La Voce del Padrone) in Italia, Fred Gaisberg il quale, nella seconda spedizione in Italia nel 1900, aveva sperato di registrare la voce del papa.